skip to Main Content

L’assemblea straordinaria che si è svolta domenica 11 luglio a Bertinoro, è stata senz’altro uno degli eventi più importanti della storia del Tribunato di Romagna. E a renderlo tale non è stato solo il desiderio di ritrovarsi a quasi un anno dall’ultima tornata, dopo il pesantissimo periodo di sacrifici, di timori e di restrizioni conseguenti all’epidemia sars-covid, ma anche un ordine del giorno che ha proposto ed attuato cambiamenti importantissimi per la vita dell’associazione. Il programma della mattinata prevedeva innanzitutto la relazione sulle modifiche proposte per il nuovo statuto dell’associazione, quindi la consultazione dei tribuni per l’approvazione, per alzata di mano, delle modifiche stesse. Il nuovo statuto è stato approvato all’unanimità. Le principali modifiche sono riportate a parte in questo stesso sito.

Successivamente l’assemblea è passata all’elezione del Praesidium, e la proposta di mantenere nel ruolo i tribuni già in carica, ai quali la pandemia non ha permesso di svolgere il compito loro assegnato, è stata approvata all’unanimità. La stessa proposta, col medesimo risultato positivo, è stata avanzata per l’elezione dei sindaci revisori. Sono stati quindi eletti i rappresentanti territoriali, la cui figura si è dimostrata preziosa per la miglior organizzazione del Tribunato.

Franco Albertini, a sinistra, e Giordano Zinzani, neo-eletto Primo Tribuno

L’ultima votazione concerneva la nomina del Primo Tribuno. Franco Albertini, in carica da otto anni, ha svolto una breve relazione sul suo prolungato mandato, ha consegnato alcuni omaggi personali a tribuni che gli hanno offerto collaborazione, infine ha proposto come suo sostituto nella carica di Primo Tribuno Giordano Zinzani, che ha accettato di candidarsi e che l’assemblea ha eletto all’unanimità.

Nel corso della mattinata sono stati accolti anche cinque nuovi Tribuni:

Fabio Cesaretti di Calamello – Rimini presentato dal Tribuno Davide Cangini. Medico di base ha lavorato moltissimo per integrare nella rete ospedaliera dell’Emilia Romagna l’ospedale di Novafeltria, che era sì ritornata in Romagna, ma il cui ospedale risultava isolato perché non più nella rete marchigiana e non ancora in quella Emiliano-Romagnola. Attuale presidente dei revisori dei conti dell’Ordine dei Medici di Rimini.

Tullia Grossi di Rimini – presentata dal Tribuno Mauro Matassoni. Laureata in Economia Aziendale all’università Bocconi di Milano. Direttore Generale GEM BB srl di San Marino, azienda specializzata in consulenza e formazione in ambito sicurezza del lavoro, di macchine e impianti, marcatura CE per il mercato Europeo, e requisiti di sicurezza per mercati Extra UE.

Omar Mazzotti di Forlì – presentato dal Tribuno Andrea Bandini. Laureato in Economia Politica all’università Bocconi di Milano. Professore a contratto e tutor didattico a supporto dell’attività di internazionalizzazione presso la vicepresidenza della scuola di Economia e Management dell’università di Bologna, sede di Forlì. Autore di numerose pubblicazioni. Responsabile di progetti e organizzazione di attività formativo/convegnistica e di assistenza alla didattica presso il centro universitario di Bertinoro.

Fabrizio Zanotti di Forlì – presentato dal Tribuno Andrea Bandini. Laureato in Scienze Politiche presso l’università di Bologna. Responsabile amministrativo fondazione CE.U.B.- centro universitario di Bertinoro e amministratore unico della Agricola Immobiliare Il Conte srl. Nel 1921 ha ottenuto la certificazione Meeting and Event Manager.

Giampiero Zinzani di Pieve Corleto (Faenza) – presentato dal Tribuno Franco Albertini- Attualmente residente a Ravenna, è laureato in filosofia ed è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna. È direttore editoriale della rivista “Il Romagnolo” ed è dirigente di Publimedia Italia, società leader in Romagna e nell’Italia centrale nella commercializzazione di pubblicità su stampa, TV, radio e web.

Franco Albertini, Primo Tribuno uscente, offre un omaggio a Flavio Ricci

L’assemblea ha goduto di una straordinaria partecipazione e non sono mancati gli interventi dei Tribuni. Il tribuno Mingazzini si è dichiarato “Tribuno lontano” abitando a Milano, ma non per questo meno vicino all’associazione e alla Romagna. Ha chiesto che – essendo scomparso, alla luce del nuovo statuto il legame strettissimo fra Tribunato e vini di Romagna – vengano curati con attenzione altri argomenti che costituiscono eccellenze per la Romagna. Il vice-sindaco di Ravenna e Tribuno Eugenio Fusignani è intervenuto ricordando che è il settimo centenario della morte di Dante ed ha fatto un parallelismo fra Dante, Garibaldi e Mazzini, i grandi esuli. Il tribuno Andrea Bandini ha parlato del progetto universitario che ha portato alla realizzazione, nel castello di Bertinoro e in altri locali vicini, di un’autentica “cittadella” universitaria, dotata non solo di strutture per l’apprendimento e lo studio, ma anche di una foresteria con circa 150 posti letto e mensa.

In conclusione dell’assemblea, il Tribuno Giuseppe Rossi ha svolto una relazione sul bilancio consuntivo del 2020, che è stato approvato all’unanimità.

×Close search
Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi